Le ragioni della nostra naturalità

L’IMPORTANZA DI UNA CONSERVAZIONE NATURALE
Tutti i prodotti della gamma Farmina Vet Life e Natural & Delicious sono conservati esclusivamente ricorrendo ad antiossidanti naturali  (gli estratti ricchi in tocoferoli) che consentono di preservare, come natura insegna, le qualità dei nostri alimenti.

I conservanti e in particolare gli antiossidanti, sono sostanze che possiedono la capacità di ritardare, prevenire, ridurre o eliminare il danno ossidativo a carico dell’alimento. L’aggiunta di ingredienti ad azione conservante negli alimenti è stata praticata fin dall'antichità, quando il ricorso alle spezie era uno dei pochi metodi che consentisse la conservazione degli alimenti e ne prevenisse il deterioramento, specialmente nei paesi più caldi.

Alcuni dei nutrienti che costituiscono gli alimenti possono facilmente andare in contro ad ossidazione: i lipidi in genere hanno la maggiore tendenza a perdere elettroni e ad auto-ossidarsi portando ad un’alterazione di colore, sapore, consistenza, qualità, genuinità e sicurezza dell’alimento. Ad esempio, l’ossidazione può comportare un’alterazione degli acidi grassi essenziali (EFA) o delle vitamine liposolubili causando cambiamenti importanti nella qualità nel cibo, mentre la formazione di composti odoriferi volatili e idrossiacidi può influenzarne l'aroma e il sapore.

Oltre a questa azione preservante gli alimenti, gli antiossidanti alimentari hanno anche un effetto benefico per gli animali che se ne nutrono: gli antiossidanti a livello corporeo hanno infatti la capacità di ridurre i danni causati da radicali liberi e, in generale, dalle Specie Reattive dell’Ossigeno (ROS), e di contrastare l’invecchiamento cellulare, riducendo il rischio di insorgenza di malattie croniche e degenerative, spesso legate allo stress ossidativo.

Il nostro obiettivo di naturalità si realizza quindi anche attraverso la sostituzione dei classici antiossidanti artificiali con soli antiossidanti naturali. Conservanti artificiali come BHA e BHT potrebbero infatti avere degli effetti negativi sulla salute dei nostri animali, sebbene taluni osservabili eventualmente solo nel lungo periodo e a seguito di fenomeni di accumulo.
Gli Antiossidanti sintetici sono stati sviluppati a partire dal 1940 al fine di stabilizzare i grassi e gli oli, prevenendone l’irrancidimento. Generalmente possiedono una migliore attività antiossidante e sono più facilmente biodisponibili rispetto agli antiossidanti naturali.
TBHQ, BHA, BHT sono gli antiossidanti artificiali principalmente utilizzati nei prodotti alimentari, e il loro effetto sulla salute è ancora controverso. Numerosi studi hanno dimostrato l’esistenza di una correlazione tra l’assunzione di tali sostanze e alcune alterazioni a carico degli organi degli animali a cui esse sono somministrate, specialmente se a dosaggi elevati.
Gli effetti collaterali riportati in bibliografia includono: effetti soppressivi sui circuiti della sazietà leptina-dipendenti; anomalie cromosomiche e spermatiche; interferenza con la sintesi delle prostaglandine e con la risposta immunitaria, induzione della formazione di perossido di idrogeno microsomiale, riduzione della contrattilità della muscolatura liscia e cardiaca e influenza nel metabolismo lipidico e nei livelli di vitamina E, innalzamento transitorio dei lipidi plasmatici e del colesterolo; promozione dell’insorgenza di carcinomi gastrici, vescicali, tiroidei e polmonari; induzione di iperplasia e citotossicità gastrica e di ipertrofia di fegato, tiroide, ghiandole surrenali e polmoni.

Per tali ragioni abbiamo deciso di ricorrere esclusivamente all’integrazione nelle nostre formule con antiossidanti naturali, che si trovano quindi in fonti naturali e che includono carotenoidi, retinoidi (vitamina A), bioflavonoidi (Citrin), polifenoli (idrossitirosolo), tocoferoli (vitamina E) e l'acido ascorbico (vitamina C), aggiunti in tutta la nostra gamma sia in fase di stoccaggio delle materie prime che nel prodotto finito. Numerosi vegetali sono inoltre naturalmente ricchi di antiossidanti, come alcuni cereali (l’avena), barbabietole e patate, frutti come il melograno e l’arancia, ma soprattutto alcune bacche (mirtillo, ribes) e il the verde.
Gli antiossidanti naturali possono essere aggiunti agli alimenti in quantità maggiori rispetto a quelli artificiali in quanto i margini di sicurezza sono maggiori; ciò implica un costo di produzione più elevato per l’azienda che ne fa ricorso, giustificato però dalla maggiore salubrità.

Infine come ulteriore garanzia di perfetta e ideale conservabilità, tutti i prodotti delle linee Farmina Vet Life e Natural & Delicious sono confezionati in atmosfera protettiva al fine di prevenire ulteriormente l'ossidazione dei grassi e mantenere inalterati sapore e freschezza, garantendo le stesse caratteristiche del prodotto appena confezionato. Questa tecnologia è molto utilizzata anche nell’alimentazione umana, l’azoto infatti è un gas volatile presente in natura che, quotidianamente, respiriamo.

PERCHÈ produciamo senza OGM?
Un organismo geneticamente modificato (OGM) è un organismo vivente che possiede un patrimonio genetico modificato tramite tecniche di ingegneria genetica, che consentono l'aggiunta, l'eliminazione o la modifica di elementi genici. L’approccio dell'UE al tema OGM si basa sul principio precauzionale, secondo cui qualsiasi prodotto contenente colture transgeniche potrebbe avere degli effetti potenzialmente pericolosi e siccome al momento non è possibile determinarne il rischio con sufficiente certezza, tutti questi prodotti sono soggetti a normative specifiche e restrittive al fine di tutelare la salute umana, animale e vegetale, e l'ambiente.

Sebbene L’Unione Europea consenta l’utilizzo degli OGM, seppur regolamentandolo in modo restrittivo, Farmina va oltre questo principio di precauzione scegliendo di escludere a priori dalle proprie formule tutti gli ingredienti potenzialmente OGM. A tale fine nei nostri sistemi nutrizionali Natural & Delicious e Farmina Vet Life impieghiamo esclusivamente materie prime SENZA OGM, non utilizziamo Mais e prediligiamo l’utilizzo di cereali ancestrali tipici della tradizione alimentare italiana come il farro e l’avena e tuberi come la patata.

La scelta di evitare l’uso di OGM si fonda principalmente sull’intenzione di salvaguardare la salute dei nostri animali: è infatti ipotizzato che alimenti geneticamente modificati possano potenzialmente favorire l’introduzione di nuove tossine o allergeni in alimenti precedentemente sicuri e sani, la trasmissione di antibiotico-resistenza, la riduzione del valore nutrizionale dell’alimento stesso, specialmente nel lungo periodo. Alcuni studi volti ad approfondire questi aspetti hanno rivelato come gli animali alimentati con colture geneticamente modificate possano presentare un’alterazione nella configurazione strutturale dell’ileo, una proliferazione cellulare nella parete di stomaco e intestino, un’anomala espressione genica, variazioni strutturali e funzionali a carico degli epatociti, un’alterata sintesi dello zimogeno, un aumento dei livelli di lattato deidrogenasi renale e cardiaca.  Negli stessi soggetti si può inoltre osservare un aumento di trigliceridi, un’ipertrofia epatica, un’alterazione dei parametri renali e in generale una tossicità epato-renale, occasionalmente associata ad un interessamento cardiaco, surrenale o splenico.

La diffusione degli OGM potrebbe comportare alterazioni non solo negli animali che se ne cibano, ma anche nell’ambiente (riducendo la biodiversità, trasmettendo alle piante infestanti la resistenza ai pesticidi, favorendo l’evoluzione di parassiti sempre più resistenti) correndo il rischio di modificare il delicato equilibrio che sta alla base del nostro ecosistema.

Per tutte queste ragioni uno dei fondamenti del nostro agire è il rispetto della natura inteso come ecosistema in cui viviamo e come natura fisiologica dei nostri familiari a quattro zampe a cui desideriamo offrire solo il meglio per garantire loro benessere e salute e dunque felicità.

Farmina, Happy Pet. Happy You.